PATATA

Fertilità del suolo e ottimizzazione idrica, gli stress abiotici si combattono anche così

Condividi su:

Siamo sempre più informati sullo stress abiotico, sui suoi effetti negativi sulle colture e su come gestirlo al meglio. I programmi di prevenzione dello stress che incorporano soluzioni con effetto Primactive e i programmi di recupero dallo stress che sfruttano soluzioni con effetto Curactive, hanno un effetto diretto dimostrato nell’aiutare le colture a far fronte meglio allo stress abiotico e nel proteggere la resa e la qualità. Per ottenere risultati ancora migliori, gli agricoltori possono combinare queste opzioni di gestione diretta con quelle indirette come parte di un programma integrato di gestione dello stress.

[Per leggere l'articolo su Primactive clicca qui]
[Per leggere l'articolo su Curactive clicca qui]

Ci sono molte opzioni agronomiche indirette tra cui scegliere, di seguito vi mostriamo tre esempi.

Più radici, più germogli, più frutti di qualità – e migliore resistenza allo stress abiotico

Lo sviluppo di un apparato radicale vigoroso, con un numero elevato di radici laterali e alimentatrici in grado di assorbire acqua e sostanze nutritive, è fondamentale per aumentare il potenziale di un raccolto elevato e di buona qualità e aiuta a ridurre gli stress abiotici legati all’assorbimento di acqua e sostanze nutritive.

La materia organica del suolo e gli acidi umici insieme giocano un ruolo fondamentale nel mantenere una buona struttura del suolo. Quando i livelli di materia organica del suolo e di acidi umici si riducono o si perdono dal suolo, il suolo perde la “colla” o “ragnatela” che tiene e lega insieme il suolo, con conseguente indebolimento o collasso della struttura del suolo. Sebbene vi siano molte affermazioni sull’effetto degli acidi umici, uno dei loro effetti principali e più riconosciuti è quello di aumentare la biomassa radicale migliorando lo sviluppo delle radici secondarie e promuovendo radici sottili e peli radicali che consentono alla coltura di assorbire meglio acqua e sostanze nutritive. Logicamente, l’applicazione di acidi umici per aumentare la biomassa radicale aiuterà indirettamente la pianta a gestire meglio gli stress abiotici associati.

Dai risultati è evidente l’effetto degli acidi umici Rovensa Next che costituiscono la base di prodotti come Humifirst SL e Turbo Root WG. Quando applicati al terreno per favorire una maggiore crescita delle radici, fanno esattamente questo. Ciò suggerisce che i prodotti biostimolanti esistenti dovrebbero essere inclusi nel pensiero agronomico e nella pianificazione di un programma totale di gestione dello stress.

Miglioramento della dinamica dell’acqua nel suolo per migliorare la crescita delle colture

Con il cambiamento climatico, lo stress da caldo e lo stress da siccità stanno aumentando a livello globale. Di conseguenza, si registra un aumento dell’uso dell’irrigazione, con i relativi costi di pompaggio dell’acqua e, in alcuni casi, la necessità di pagare per l’acqua utilizzata. Allo stesso tempo, nei terreni asciutti non irrigati, a causa della riduzione globale della sostanza organica del suolo, si verifica una maggiore tendenza alla formazione di una crosta impermeabile. Questa crosta può far sì che la preziosa pioggia scorra lateralmente lungo il pendio anziché essere assorbita. L’uso ottimale dell’acqua sia nei terreni irrigati che in quelli non irrigati è quindi di crescente rilevanza e importanza.

Utilizzo ottimale dell’acqua nei terreni irrigui e non irrigati

L’uso ottimale dell’acqua è importante sia dal punto di vista della sostenibilità sia per ridurre al minimo il rischio di stress abiotici correlati nella coltura, come lo stress idrico. A tal fine, si registra una tendenza crescente nei programmi agronomici ad utilizzare condizioni idriche che hanno diversi scopi e modalità di azione. Mentre il loro scopo diretto è quello di migliorare l’utilizzo dell’acqua nel ciclo agronomico, molti aiutano indirettamente la coltura a resistere meglio allo stress abiotico.

Ad esempio, le soluzioni di trattamento dell’acqua progettate specificamente per aumentare positivamente la dinamica dell’acqua nel suolo stanno guadagnando interesse e sempre più utilizzate nei programmi agronomici.

Transformer è una soluzione che aiuta l’acqua a penetrare nel terreno incrostato e migliora la penetrazione e la ritenzione dell’acqua nel terreno sfuso. Nei terreni irrigati favorisce il movimento laterale dell’acqua e amplia la dimensione del bulbo umido sotto le ali gocciolanti. Sebbene l’uso diretto primario di Transformer sia quello di migliorare la penetrazione e la ritenzione del suolo, esso aiuta anche le colture in caso di stress abiotico.

Conclusione

La gestione ottimale dello stress abiotico richiede un approccio olistico; pensare all’utilizzo di ciascun prodotto nel ciclo agronomico e se può contribuire direttamente o indirettamente alla gestione dello stress abiotico come parte di un programma di gestione totale dello stress. Ciò è essenziale in un clima che cambia, con una popolazione globale che dobbiamo essere in grado di nutrire. Rovensa Next mira ad accompagnare coltivatori, agronomi e distributori nei loro percorsi di sostenibilità, offrendo conoscenze, competenze ed esperti tecnici locali per affrontare insieme le nostre sfide comuni e plasmare un futuro più sostenibile per l’agricoltura.

Abbiamo parlato di

Vuoi sapere dove trovare i prodotti? Clicca qui e scrivici un messaggio!

Come ti aiutiamo:

Attraverso biosoluzioni sviluppate per soddisfare le esigenze delle colture dal seme al frutto.

Per categorie di prodotti

In base alle Esigenze dell'Agricoltore

Cresciamo insieme.

Ti aiutiamo ad accelerare la transizione green. Offriamo un'ampia conoscenza locale e assistenza tecnica globale.

"*" indica i campi obbligatori

Nome:*
Hidden